Parrocchia S. Vincenzo De’ Paoli

Lecce

RIPRESA DELLE CELEBRAZIONI LITURGICHE CON IL POPOLO

Indicazioni per l’attuazione nella nostra parrocchia del Protocollo

predisposto dalla Conferenza Episcopale Italiana e approvato dal Comitato Tecnico-Scientifico, nella seduta del 6 maggio 2020 per Per la graduale ripresa delle celebrazioni liturgiche con il popolo.

1. Le liturgie Domenicali/festive e feriali sanno tutte celebrate nell’attuale Chiesa Parrocchiale.

Orari: Sabato (messa festiva anticipata) ore 19.00 nella chiesa parrocchiale

Domenica ore 08,30 nella chiesa parrocchiale

ore 10.30 nel cortile parrocchiale

ore 11,45 nella chiesa parrocchiale

ore 19,00 nella chiesa parrocchiale

2. Ogni domenica la S. Eucaristia delle ore 10.30 sarà celebrata all’aperto nel cortile adiacente la nostra chiesa parrocchiale

Viene consigliato questo spazio celebrativo a persone diversamente abili per la possibilità di accedere più agevolmente favorendo il rispetto dei distanziamenti di sicurezza.

3. Si ricorda la dispensa dal precetto festivo per motivi di età e di salute.

1. ACCESSO AI LUOGHI IN CUI SI CELEBRANO LE LITURGIE:

Non è consentito accedere al luogo della celebrazione in caso di sintomi influenzali/ respiratori o in presenza di temperatura corporea pari o superiore ai37,5″ C o se si è stati in contatto con persone positive a SARSCoV-2 nei giorni precedenti;

L’accesso individuale si deve svolgere in modo da evitare ogni assembramento sia prima che dopo le celebrazioni come è nostra abitudine, sulla porta e sul sagrato.

Nei giorni scorsi abbiamo proceduto con diverse collaboratrici parrocchiali a calcolare la capienza massima della nostra piccola chiesa e del cortile per rispettare il distanziamento di un metro frontale e laterale:

. Ci atterremo alle seguenti indicazioni:

Chiesa parrocchiale:

  • sala inferiore: capienza massima 46 posti

  • piano superiore capienza massima 25 posti

  • presbiterio: capienza massima 8 posti

     

Cortile parrocchiale capienza massima 100 posti

I posti del piano superiore siano innanzitutto a disposizione degli animatori liturgici del canto.

Le entrate e le uscite saranno due:

  • la porta principale della chiesa

  • la porta laterale del cortile che permette l’ingresso e l’uscita dalla chiesa

Tutti i posti a sedere saranno indicati da una etichetta adesiva con il numero di posto.

L’accesso alla chiesa, in questa fase di transizione, resta contingentato e regolato da volontari e/ o collaboratori che indosseranno oltre alle mascherine e ai guanti delle pettorine con la dicitura: Responsabili liturgici

Gli animatori liturgici favoriranno l’accesso e l’uscita.

Durante l’entrata e l’uscita dei fedeli le porte rimarranno aperte per favorire un flusso più sicuro ed evitare che porte e maniglie siano toccate.

Coloro che accedono ai luoghi di culto per le celebrazioni liturgiche sono tenuti a indossare mascherine.

Agli ingressi dei luoghi di culto vi saranno due piantane portadispenser con il liquido igienizzante la cui erogazione sarà automatica senza che le mani vengano a contatto con lo stesso dispenser.

Raggiunto il numero massimo di partecipanti alle liturgie non sarà più possibile accedere nei luoghi della celebrazione e tutti siamo chiamati con disponibilità ad accettare questa normativa che appare abbastanza antipatica e impopolare ma necessaria.

1a: ELENCO DEGLI ANIMATORI LITURGICI RESPONSABILI

Giorno Animatori responsabili

Sabato ore 19.00

Buttazzo Carmelina – Aramis Pierri

Elio Falconieri e Paola Mongelli

Domenica ore 08.30

Pezzuto Maurizio – Sanasi Renato

ore 10.30

(nel cortile, all’aperto)

Daniele Grasso e Patetta Raffaela

ore 11.45

Capoccia Daniela – Iole Bidetti

ore 19.00

Miccoli Fabrizio e Gerardi Tiziana

Per ogni problema o esigenza ci si potrà rivolgere ai Responsabili liturgici

2. IGIENIZZAZIONE DEI LUOGHI DI CULTO

Sabato 16 maggio, alle ore 11.00 procederemo alla igienizzazione della nostra chiesa e dei locali annessi.

Tale igienizzazione sarà effettuata anche in tutte le parrocchie dell’Arcidiocesi dalla Curia Arcivescovile che ha affidato questo compito a una ditta specializzata.

3. INDICAZIONI PER LA CELEBRAZIONE DI TUTTE LE LITURGIE

  • Le acquasantiere saranno vuote.

  • Non si svolgerà la processione offertoriale portando come di consueto il piatto con le ostie, l’ampolla dell’acqua e quella del vino.

  • Si potranno portare e deporre come di consueto davanti all’altare i generi di prima necessità per i poveri della parrocchia.

  • Non si svolgerà durante la celebrazione la raccolta delle offerte. All’uscita troveremo due cassette in cui deporremo, in tutta sicurezza, le offerte per le necessità della nostra comunità.

  • Non ci sarà lo scambio del gesto di pace.

  • Per l’animazione liturgica non si utilizzeranno sussidi o fogli per i canti.

4. DISTRIBUZIONE DELLA SANTA COMUNIONE

Per ricevere il Corpo del Signore nella massima sicurezza igienica si procederà nel modo seguente:

  • nella zona antistante l’altare verrà preparata una lunga mensa

  • sulla mensa saranno disposti alcuni corporali (il corporale è un quadrato di lino che si usa nella celebrazione della messa,detto così perché su di esso vien posata l’ostia, cioè il Corpo di Cristo)

     

  • Prima della celebrazione eucaristica io avrò cura di disporre sui corporali, distanziandole adeguatamente le ostie che saranno consacrate)

  • Ci si avvicinerà all’altare solo dal centro

     

  • sul pavimento, saranno posti degli indicatori adesivi di distanza considerando le dimensioni limitate della nostra chiesa)

  • Si occuperà la posizione indicata sul pavimento con gli adesivi

     

  • Giunti davanti alla tavola preparata sulla quale c’è il Corpo del Signore si attende che il celebrante pronunci l’invito: “Il Corpo di Cristo”

  • Dopo aver risposto con la professione di fede: “AMEN” ci si avvicina alla tavola, si prende l’Ostia consacrata, portandola alla bocca, quindi si ritorna a posto o dalla parte destra o dalla parte sinistra osservando sempre i distanziamenti.

  • Se nell’assemblea vi sono anziani impediti ad avvicinarsi all’altare o disabili, io stesso al termine della Comunione dell’assemblea provvederò a portare il Corpo del Signore.

  • Se partecipano all’Eucaristia dei fratelli celiaci, rivolgo l’invito a deporre la teca contenente l’ostia sull’altare prima della celebrazione dell’Eucaristia e a ritirarla personalmente nel momento della Comunione.

5. Queste indicazioni si applicano anche per le celebrazioni dei Battesimi, dei Matrimoni, dell’Unzione degli infermi e delle Esequie.

6. Il Sacramento della Penitenza lo si celebrerà nell’Ufficio parrocchiale rispettando le norme del distanziamento e indossando la mascherina.

7. Dopo ogni celebrazione si procederà all’igienizzazione dei banchi, degli arredi della chiesa.

8. Continueremo a trasmettere una santa Messa domenicale in streaming per le persone che per vari motivi non possono partecipare alle celebrazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here